CHI SIAMO

La Biblioteca comunale di Terlizzi, intitolata allo storico terlizzese Luigi Marinelli Giovene, è stata inaugurata nel 1967 con sede nel settecentescoPalazzo de Paù- Antonelli di via Marconi,
ristrutturato negli anni Ottanta con un intervento architettonico qualificato che ha intrecciato in perfetta sinergia il recupero rispettoso dell’immobile e la funzione di ricerca e servizio, legando memoria e futuro. Al piano terra sono collocati i servizi più utilizzati dal pubblico, facilmente accessibili, quali l’Emeroteca, la Vetrina con le novità librarie, l’area Giovani Letture, la Sezione bambini e ragazzi (di circa 2.500 volumi), il servizio Internet, lo sportello Informagiovani, la Segreteria remota dell’Università. 

Al primo piano, il Salone mons. Felice de Paù, costituisce la parte più preziosa della biblioteca grazie agli affreschi recuperati e agli arredi di pregio. L’ampio spazio centrale del salone viene utilizzato come sala studio e allo stesso tempo per numerose attività culturali: conferenze, seminari, incontri con l’autore, corsi, mostre ecc. Nell’area superiore soppalcata sono stati collocati il fondo Puglia, il fondo Terlizzi (con acquisizioni rare e donazioni avvenute nel corso degli anni), il fondo A. De Palo e il fondo T. Cagnetta. Nella stessa area è collocato l’Archivio storico comunale con annessa Biblioteca storica, risorsa preziosa per tutti gli studiosi che si occupano della valorizzazione della storia locale. La biblioteca dispone di circa 18.200 volumi, di cui circa 600 volumi appartengono al patrimonio librario antico, interamente catalogato in SBN.

Dal 2003 il patrimonio librario più recente è organizzato a scaffale aperto.Dal 2009 è stato introdotto il software gestionale PMB con tecnologia open source. Grazie a questa importante innovazione tecnologica, il catalogo della biblioteca è consultabile tramite l’opac del Polo SBN di Bari e dal sitodella biblioteca, consentendo un’interattività di alto livello con i propri lettori: l’utente può visitare in rete la biblioteca, conoscere i nuovi arrivi, accedere ad una pagina personale per controllare, tramite credenziali, i prestiti in corso o già effettuati, prenotare un’opera o suggerire un acquisto.